giovedì 30 dicembre 2010

Tutorial - Le basi dello stitchery















































































































































































Su richiesta, ho preparato un piccolo tutorial per le beginners...
Prima richiesta: come si fa a trasferire un disegno con scritta da stitcherare sulla stoffa? Innanzitutto serve della carta velina; io uso il magico blocco Schizza e strappa (al supermercato), la cui consistenza è più o meno equivalente. Poi con una matita normale si riporta il disegno sulla carta, ricalcandolo. A questo punto serve una matita trasferella (nelle mercerie o nei negozi di patchwork); ve ne ho fotografate un paio. Appoggiando la carta velina a un vetro (o a un tavolo di cristallo) con la parte disegnata in precedenza che aderisce al vetro, ricalcare tutto il disegno. Ora con l'aiuto di un piano d'appoggio (va benissimo il cartone; io qui uso della carta da pacco) e di un ferro da stiro ben caldo (ben caldo!!!), trasferire il disegno sulla stoffa (l'ideale è il lino o il musslin). Se la stoffa ha l'appretto o se non si usa il supporto o se il ferro non è ben caldo, il disegno non verrà trasferito o sarà molto tenue. Se il ferro è ben caldo, bastano 30 secondi, altrimenti ce ne vuole il doppio (attenzione a non ingiallire la stoffa!).

Seconda richiesta: il punto filza. Montare la tela su un cerchio da ricamo tendendo bene la stoffa, e cominciare a ricamare. Per il punto filza è sufficiente mandare l'ago in su e in giù, cercando di essere regolari con i punti. Si possono fare anche tre o quattro punti per volta.
Terza richiesta: il punto scritto (o punto indietro o back stitch). Dopo aver fatto uscire l'ago a meno di due millimetri dal punto di partenza, tornare indietro di pochissimo e far passare l'ago sotto la stoffa, uscendo oltre il primo punto, tirare il filo. Per il secondo punto, tenendo l'ago in verticale entrare esattamente dove finiva il punto precedente e ripetere le operazioni sopra descritte.
Per il filo da ricamo, io uso Anchor o DMC 0,25, ma molti usano il Mulinè (io non lo amo perchè si ingarbuglia di più e soprattutto non mi piace vedere il filo ritorto...).

Ecco fatto. Fra qualche giorno vi posto un altro tuto adatto alle beginners. Nel frattempo, scrivetemi se avete dei dubbi!

18 commenti:

Teddy & Co. ha detto...

Utilissimo!!!!!!!
grazie
stavo giusto per postare una richiesta di qualche "tutor" per meglio affrontare lo "stitching along"..
Molto esaustiva..solo una cosa ora mi affanna: dove le trovo le matite da transfert in questa landa desolata dove ancora aspetto (dopo due mesi dall' ordine ),che in merceria arrivi la serpentina bianca ??
un abbraccione
Sonia

PS, hai anche il "tutor" per l' appliquè? ma senza carta adesiva , che quella che ho è dura, e..figurati per trovarla .. sigh sigh...

Mem ha detto...

Bellissimo questo tuto. Anch'io uso la schizza e trappa: da quando l'ho scoperta non l'ho più mollata:))))

Pepe ha detto...

@Teddy Se vuoi la matita, mi sa che non ti resta altro da fare che ordinarla. Perchè non provi da Roberta de Marchi? Ce l'ha senz'altro (l'ho vista), se hai ordinato dall'Australia, oramai sai farlo e dall'Italia è più veloce! Ordinane un po', sono comodissime! Su Fat quarter shop c'è anche un astuccio per quilter, con tutto l'occorrente (matite, penne...).
Per il tutor dell'appliquè aspettate qualche giorno e lo posto! Comunque ci sono due tipi di carte: quella spessa e quelle più leggera. La prima serve per quando non si ferma a punto festone, la seconda per ricamarci sopra. Se ordini a Roberta, già che ci sei chiedi anche quella!

Pepe ha detto...

@Mem :-000! Davvero? E io che credevo di essere l'unica... :-) Che bello passarsi queste informazioni!

quilter74 ha detto...

Grazie mille Pepe!!!!
Oggi ho comprato la matita,è della pyrm.
La carta che dici tu non l'ho mai vista,ho comprato quella che si usa per fare i cartamodelli,va bene lo stesso???
Farò delle prove,purtroppo non prima della settimana prossima....sigh sigh!!!
Baciotti,Claudia.

✿。✿ρασℓα✿。✿ ha detto...

tesorooooooooooooooooooooooo

Pepe ha detto...

@Quilter74 Figurati! Sì, va bene lo stesso. Pensa che c'è chi usa la carta da lucido... ma è più costosa! Quando fai le prove, pubblica le foto!

@Paola :-)))

cockerina ha detto...

ehm... forse non ho capito il trasferimento del disegno... correggimi se sbaglio:
fai il disegno su carta normale.
lo ricalchi sulla velina, tenendo l'originale al contrario.
passi il disegno dalla velina al tessuto, con il segno della matita rivolta al tessuto e stiri..
è così?? dimmi che non ho capito male, sennò devo rileggere tutto altre 40 volte!! :))
grazie!!
approfitto dell'occasione per fare i migliori auguri per il nuovo anno!!
felicità!!
Caterina

Pepe ha detto...

@Kokerina Lo faccio in matita direttamente su carta velina, poi lo giro tenendolo al vetro e con la matita copiativa lo ripasso.
Questo sistema serve quando la stoffa non è trasparente (raramente ne ho trovate di così leggere) e quando ci sono delle scritte, se l'autrice non presenta le scritte già al contrario (Art to heart ad esempio non lo fa quasi mai).

quilter74 ha detto...

Ciao Pepe,
le informazione infatti le ho chieste per i libri di art to heart.
Appena riesco a fare qualcosa,faccio un post con le foto dell'allieva....
Bacioni!!!

cockerina ha detto...

in effetti il problema si pone quando ci sono le scritte!!!
grazie sei sempre molto gentile!!
BUON ANNO!!

Il Gufo e La Mucca ha detto...

Ma che bello!!! da tempo cercavo qualche spiegazione per avvicinarmi anche a questo hobby! Ho scoperto per caso il tuo blog, ma ora inizio a seguirti! ciao
Clelia

Pepe ha detto...

Ciao Clelia! Benvenuta! Ne sono felice... e se hai dubbi, chiedi pure! Io non ho le conoscenze di un'esperta, ma compenso con la disponibilità a mettere in comune tutto quello che so!
P.S. Sarebbe carinissimo stitcherare il disegnino dei due sposini delle tue partecpiazioni a nozze!

handmadecreativity ha detto...

Ciao sono Taced, nuova qui nel tuo blog... grazie per questo tutorial, lo stitchery mi piace molto... chissà prima o poi... ciao, Taced

silvia ha detto...

Ciao Pepe, arrivo a te da Manuela.
Grazie per questo tutorial, è davvero utile!
Silvia

sophie ha detto...

technica da me non conosciuta, grazie mille. la provo subito
un abbraccio
sophie

La Nana ha detto...

Ciao pepe, un consiglio per gli aghi..che misura dovrei prendere??
Di solito compro tutto su casa cenina perchè da me non ci sono negozi che trattano questi articoli, ma ce ne sono troppi!

La Nana ha detto...

Ho mandato una mail xkè non trovo il modello giusto..miiiiiiii quanti ce ne sono!!
Grazie per l'aiuto, ti aggiornerò ;)
Un abbraccio,
Fabiola