giovedì 14 luglio 2011

Pantaloncini Vichy



Quando avevo 13 o 14 anni mia madre mi ha cucito un completino semplicie semplice, t-shirt più pantaloncini, che ho strausato come pigiama estivo. Recentemente però la stoffa, ormai lisa, si è stracciata... e allora, copiandone il modello, ieri in quattro e quattr'otto me li sono rifatti! Avevo un po' di tessuto Vichy ed ecco... ne sono orgogliosissima, anche se io li chiamo pantaloncini Vichy e mio marito mutandoni a quadrettoni... :(

5 commenti:

TSAN ha detto...

Ah!Ah! Anche mio marito li chiamerebbe alla stessa maniera. Buona giornata. Tiziana

♥Giusy♥ ha detto...

anch'io ne ho un paio!
un tempo erano blu...tra un pò ci metto le pezze!!

in queste giornate di caldone africano passo il mio tempo a farmi una cultura sui quilt...ieri ho letto il tuo tutorial sulla copertina!quando penserò di aver raggiunto una buona preparazione teorica ,proverò a cimentarmi in questo
http://scrapquiltandstitch.blogspot.com/
me ne sono follemente innamorata e sto seguendo il sal!
la mia preoccupazione è il trapuno finale,da fare tutto a mano,a meno che non faccio un terno al lotto e mi compro una bella macchinozza!

scusa per il papiro! buona giornata!

Pepe ha detto...

@TSAN Ah! Ah! Irrecuperabili! Grazie, anche a te! :)

@Giusy Amo i papiri! :) Che bello che tu ti stia avvicinando ai quilt! Anche io sono andata molto per gradi: prima pattine, poi un finto quilt (quadrati già stampati, solo da trapuntare), poi un unico grande 9patch, poi blocchi semplici e così via... la manovra di avvicinamento è durata un anno e mezzo e non è ancora finita! Non ti proccupare per il trpunto: a mano è più picevole e più prezioso. Basta avere gli strumenti giusti, o ci si fora le dita! In particolare il ditale in pelle... ma anche per quello c'è il tutorial! Ecco qualche infomazione: http://ilblogdipepe.blogspot.com/2010/10/trapuntare-il-ditale-di-pelle.html

♥Giusy♥ ha detto...

Grazie per il suggerimento,Pepe!
è un peccato che le stoffine costano veramente tanto! se conosci qualche sito conveniente fammi un fischio! ^_^
ri-ciao!

Pepe ha detto...

Sì, è vero, costano un po', però tutto sommato non si sforna un quilt matrimoniale dietro l'altro, no? Io ho trovato il modo per fare rientrare in parte le spese: alternare il quilt puro all'appliquè o allo stitchery (mi piace altrettanto e rallenta la produzione), alternare quilt grandi a quilt piccoli e regalare alcuni di questi ultimi quando nasce il bimbo di un amico (il valore dei baby quilt trapuntati a mano si aggira sui 300 euro!In più sono molto apprezzati), infine regalare qualcosa di cucito a Natale, riempiendo l'altra metà cesto con cibo. Mio marito è soddisfatto del compromesso: sa che questo è il mio unico hobby dispendioso e, alle ricorrenze, ci permette di non spendere altri soldi facendo comunque dei bei regali... Se in più fai attenzione a cucire tutto quello che compri, invece di accumulare, io credo che sia fattibile!